Il Mio Canale

Loading...

03 settembre 2012

Giovane turca spara nei genitali al suo violentatore e lo decapita.


E ora minaccia il suicidio se non la faranno abortire


Domenica, 2 settembre 2012 - 19:15:00
violenza
Ha ucciso l'uomo che per mesi l'aveva violentata. Poi gli ha tagliato la testa e l'ha fatta rotolare in piazza. E ora Nevin Y'nin, una ragazza turca di 26 anni, minaccia il suicidio se non le sarà consentito di abortire.
Teatro della terribile vicenda è Isparta, in Turchia. La giovane - riporta l'edizione in inglese del quotidiano turco Hurriyet - ha deciso di farsi giustizia da sola nei confronti di un uomo che sistematicamente, una volta a settimana, si introduceva di notte in casa sua e abusava di lei, minacciando di diffondere le foto di lei nuda a tutto il vicinato. Dopo mesi di soprusi, Nevin Y'nin ha messo in atto la sua vendetta: ha crivellato di colpi il suo aguzzino mirando ai genitali, quindi gli ha mozzato la testa e l'ha fatta rotolare nella piazza del paese.
Ora la donna, madre di due figli piccoli, è rinchiusa in carcere per quello che lei stessa ha definito un "delitto d'onore". E minaccia il suicidio se non le autorità non le daranno il consenso di abortire il figlio del suo aguzzino. Ma la legge turca vieta l'aborto dopo la decima settimana, mentre il premier islamico conservatore Tayyep Recip Erdogan invoca misure ancora più restrittive: dovrebbe essere imminente la presentazione di un disegno di legge contro interruzione volontaria di gravidanza.
(Donna con le @@ Tanto la giustizia  non l'avrebbe MAI AIUTATA!!)
I carabinieri della mia zona rispondono cosi alla richiesta di aiuta ad una mia amica: ''I panni sporchi si lavano in famiglia'' 
Dovrebbero prendere provvedimenti, una nuova legge per TUTTA  questa ''gente'' violenta, possessiva, bastarda, che continuamente fanno del male a DONNE E BAMBINI. 

Sandro