Il Mio Canale

Loading...

23 giugno 2011

Sempre Io...

Sono anni che continuo sempre a cambiare il mio 'io' per il quieto vivere, per dare la felicità altrui.
Nessuno si è mai chiesto cosa potrei avere dentro che mi turba, che mi uccide.
La mia vita incasinata dalla tenera infanzia.
Ragazzino modello!!
Mia madre era fiera di me!!!
Ogni mattina  le portavo il caffè a letto, poi mi preparavo per andare a messa.
Sii mi piaceva andare, prima di andare a scuola. Facevo il chierichetto... In cambio 
Il Sacerdote mi regalava un 'Ostia' Oppure 'ci' dava 50 lire  da spendere al sign Bello che aveva un piccolo circolo in  piazza.
Dopo un po' di mesi il sacrestano, un mattino mi chiama nella sacrestia, io da ragazzino rispettoso andai, le chiesi  cosa volesse, e lui,
Vieni, ti faccio vedere una cosa. Non avevo nemmeno quindici anni compiuti, mancavano pochi mesi.
Si abbassò la cerniera e tirò fuori quell'orribile moscio attrezzo.!
Rimasi basito schifato..!!
Scappai!!!!
Avevo paura,  in quei tempi non si poteva dire un qualcosa del genere, sarebbe stato un disastro.
Avrei preso tante di quelle botte da non dimenticarle mai.
Come mai riuscirò a dimenticare questo.
Iniziai a non andare più in chiesa, odiavo la chiesa, odiavo i preti, odiavo i sacrestani, odiavo me stesso, mi faceva schifo solo il pensiero.
Iniziai a frequentare ragazzi più grandi di me, mi sentivo al sicuro con loro, stavo per fare il salto di qualità e rompere il muro della paura.
Oggi sono definiti  'bulli' 
In quei tempi, tempisti.
Una sera, giravamo nel paese in macchina, uno di loro, seduto avanti, inizia a preparare qualcosa, io seduto dietro non riuscivo a vedere, sentivo solo il rumore di una busta, ero curioso di sapere, di vedere, ero con i miei... 'salvatori eroi'
Mi dicono, questa e roba da ricchi, con questa niente e nessuno potrà mai più farti del male.
Con questa la paura non ESISTE ..!! 
Wuaoo Mi dissi in quel momento, questo è ciò che mi serve per distruggere quel 'bastardo' 
Aprì lo sportello e venne dietro con me, mi disse prendi questi soldi, mettilo nel naso, e tira, ma stai attento a non soffiare altrimenti ti rompo la testa, ora, disse: Io ho 'tirato' e non potrei controllare le mie azioni. 
'TIRAI' quel maledetto VELENO 
iniziai a vomitare, dissi, hei?  Sto male..!!
Loro, no no, tranquillo, cerca di non vomitare non sprecarla. 
Stavo malissimo, dopo dieci minuti, inizia a sentire caldo, era inverno, io sudavo. Wuaoo.. Sto sudando, fuori c'è  il gelo. 
Iniziai ad'entrare nel mondo dei sogni, pensavo il modo di 'ammazzare' quel bastardo, sii, mi dicevo,  dove sei?!
Ormai erano passate ore, si era fatto tardi, dovevo andare a casa, mia Madre sicuramente era molto  preoccupata. 
Ragazzi portatemi a casa!!!
Arrivai...Mia madre, (ancora oggi dopo ventitré anni, ho il suo volto, triste, angelico,  negli occhi).
Mi guardò, ed era  come se lei avesse  avvertito  qualcosa.
Dove sei stato?!
Mamma... In giro con gli amici!
Hai pianto??!
No Mamma!!
Hai gli occhi rossi, un colorito  bianco..Sembri la morte in persona!!
Dimmi:  ma non ti senti bene?!
-Ma no mamma, sto benissimo..Sarà l'allergia...Sono stato nella campagna  di amici..
Lei aveva avvertito tutto. Mi disse:  non mangi questa sera?!
-No mamma, vado a lavarmi e poi devo imparare una poesia.
Andai in bagno, mi guardai allo specchio. Mi facevo paura. Mi sentivo forte però.... Wow, lo distruggo, wow, distruggo. 
Dopo un po' inizia a piangere, non so il perché!!
Il mattino seguente, mia madre che aspettava il suo caffè a letto,  non arrivò più, lei che la notte era rimasta sveglia, preoccupata. Io dalla mia stanza vedevo la sua luce che si spegneva e si accendeva, ero preoccupato, mi girava tutto, avevo gli occhi chiusi, non riuscivo ad aprirli, capivo tutto, ma ero paralizzato nel mio letto..Una sensazione 'bella in un  primo momento '  fin chè non sono crollato.
Sveglia, come mai non ti svegli?! Cosa succede? Chiamo il dottore?!
Heiii??  
-Mamma, buongiorno!!
Sta venendo il dottore..:!
-Come mai Mamma?!?!
Dovresti dirmelo tu forse!?!?!
-No Mamma. io no!!
-Non ti ho sentita, forse dormivo profondamente.
Vediamo cosa dirà il dottore. Ma se mi dici cosa ti senti eviti di farmi preoccupare.
-Nulla Mamma, sto bene!!  
-E... solo che questa notte mi girava  lo stomaco. Ieri ho mangiato delle verdure, forse sono state loro.
All'arrivo del Dottore, mi visita, mi controlla gli occhi e mi disse: senti, mi devi dire cosa hai fatto,  altrimenti devi  andare in ospedale..Sembra che hai mangiato qualcosa di tossico..Ti sei intossicato..!! 
-Si Dottore, infatti..Ho mangiato delle erbe, erano lunghe, con un coso giallo alla punta... (Balla!!)
Fatti preparare del latte, bevine tantissimo, resta a riposo. Se hai problemi vai in ospedale!!
-Bene le dissi!!
-Grazie dottore!!
Così continuai a dormire..Io che di sonno non facevo mai più di due ore per notte.
Mi svegliai e riuscì a camminare,  dopo due giorni.
La prima cosa che  ho fatto,  è stata quella di andare a trovare loro ''gli amici''  per farmi spiegare cos'era quella cosa che mi aveva sconvolto tre giorni!!!                                        
Arrivai da loro...
Weee?!!??!
Loro erano li seduti da ore stavano nel mondo dei sogni...
Dissi...Ma cos'era??!
Lui con voce rauca, spenta....Mi disse...Quella era eroina!!
Buona, pura, di lusso.
Tieni sniffa!! 
Tira!! 
Sballati!! 
Non pensare a niente e a nessuno!!
E così ho fatto,  per ventidue anni.
Mi sono distrutto l'infanzia, ho distrutto la mia vita, la mia salute, la mia Giovinezza.
Scappavo da tutti e tutto. Ero sempre alla ricerca di soldi.
Mia madre che continuava a non capire. Stava malissimo.
Quel maledetto veleno,  non mi faceva vedere null'altro che lei. L'eroina!! 
Un drogato soffre tantissimo, un drogato crede che può prendere l'intero mondo in giro..
Un drogato ha un'anima. Un drogato ha un Cuore....  Un drogato soffre tantissimo.!!                                  
Nessuno nasce drogato,
nessun drogato  sa a cosa può andare incontro,  lui è 
la sua famiglia..... E tutte le persone che gli vogliono bene. 


Oggi scrivo  da  ex tossico...
Oggi sono cinque anni che non uso più eroina.
Non è stato per nulla facile.
E'  stata la forza che mi ha trasmetto un Ragazzino diversamente abile ''IL MIO EROE'' Danilo.. Lui... Seduto su quella carrozzella.. E io sballato!! 
Mi sono detto. lui non voleva essere così, invece Dio lo ha voluto così.
E a  me Che Dio mi ha voluto 'sano'... io cerco di distruggermi!?!?!  
Noo!!  Basta!!                                                                                          
Basta Dipendenze!!!! 
Oggi mi resta il marchio da tossico!!
Lui? 
chi? 
Ahh Sii!!??! 
Quello si droga, ho capito chi è!!
Quindi scappi, scappi dall'amore, scappi da tutto.. Ti  chiudi nel tuo silenzio, non hai voglia di parlare con nessuno..Soffri, piangi, stai male..Ma poi pensi  che doveva andare tutto così..Che nulla è perso. 
Resto nella  prigione del mio silenzio...Lui non mi giudica 'come un tossico' 
Mai!!
 Nessuno ha mai capito i miei silenzi.
Solo Io e loro!!
Nessuno si è mai chiesto perché  DROGATO... Se uno nasce SANO. 
Basta soffrire per seguire il niente e  per arrivare al nulla e accorciare i giorni della Nostra Vita. Una sola Vita. 
-Questo mio sfogo, dopo diverse versioni raccontate in giro da pettegoli che non si rendono conto che in casa di ognuno di  loro, ci può (potrebbe)  essere un drogato. 
Drogato di sesso. 
Drogato di gioco. 
Drogato di alcol.
Ringrazio tutte le persone che mi vogliono bene e che mi sono vicine. 
Sandro!!